Cavolo cappuccio

Home » Prodotti » Verdura » Cavolo cappuccio
Da: Verdura

cavolo cappuccioIl cavolo cappuccio è una varietà di Brassica Oleracea ; presenta le foglie esterne lisce, concave e serrate che racchiudono le foglie più giovani in modo da formare una “palla” detta appunto “cappuccio”.

Storia del cavolo cappuccio :

Nell’antichità la brassica (il nome latino del cavolo) godette di una fama straordinaria non solo come alimento adatto a tutte le stagioni, crudo o cotto, ma anche come rimedio a una molteplicità di affezioni (compresa impotenza e ubriachezza). Catone il censore ne fu un grande consumatore ed estimatore, considerandolo il segno più tangibile della bontà dei rimedi naturali della tradizione romana, da opporre alle pericolose manipolazioni della medicina greca.

Questo robusto ortaggio, nelle sue diverse varietà, ha costituito per secoli un caposaldo alimentare, immancabile materia prima di zuppe e minestre, da solo o accompagnato da altri ingredienti come la carne di maiale nella casseula lombarda. Può anche essere scorta alimentare conservata per fermentazione controllata, i crauti, anch’essi a volte compagni di salsicce e altri tagli di maiale.

Ancora pochi decenni fa nell’immaginario dei contadini l’ortaggio aveva anche una valenza simbolica particolare. Le foglie centrali del cavolo (cappuccio) venivano assimilate al sesso femminile mentre il fusto (caulis in latino) rappresenta il membro maschile. Da qui la credenza che i bambini nascessero sotto i cavoli.

Oltre alle trasparenti allusioni accennate, si aggiunga che alle contadine che estraggono  con le due mani con  gesto roteante la “testa” da terra e tagliano la radice (il “cordone ombelicale”)  viene popolarmente dato il nome di “levatrici”.

Varietà di cavolo cappuccio :

In base all’epoca di maturazione si possono trovare varietà primaverili, estivo-autunnali o invernali; le primaverili si possono definire precoci, le invernali tardive.

Tra le varietà primaverili si possono ricordare il Cuore di bue e l’Expert precocissimo, tra le estivo-autunnali il Mercato di Copenaghen e il Green boy, tra le invernali il Bianco olandese tardivo e il Brunswich.

Valori nutrizionali :

Per ogni 100 g di questo prodotto, abbiamo:

  • Acqua 86 g
  • Grassi 0,1 g
  • Colesterolo 0 mg
  • Carboidrati 6 g
  • Fibra alimentare 2,5 g
  • Zucchero 3,2 g
  • Proteina 1,3 g
  • Vitamina A 98 IU
  • Vitamina B6 0,1 mg
  • Vitamina C 36,6 mg
  • Calcio 40 mg
  • Ferro 0,5 mg
  • Magnesio 12 mg
  • Sodio 18 mg
  • Potassio 170 mg

 

Uso in cucina :

Il modo migliore per consumare il cavolo cappuccio è quello di mangiarlo crudo tagliato sottile e condito con olio extravergine di oliva : in questo modo si assimilano tutti gli elementi nutritivi contenuti; si può anche fare un centrifugato fresco che è utile per alleviare il dolore delle articolazioni dolenti.