Cucine del Mondo

Home » In Cucina » Cucine del Mondo
Da: Cucine del Mondo, Ortaggi

La soia è un legume (scientificamente Glycine max) che viene largamente usato per l’alimentazione dell’uomo e degli animali da allevamento. Ad oggi è uno dei prodotti alimentari più coltivati nel mondo. La produzione mondiale si attesta attualmente a poco più di 220 milioni di t (dati 2009, fonte: FAO ).         Modalità ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo

Il Langos è un tradizionale cibo ungherese, ideale come street food. Fatto con l’impasto del pane (farina, lievito, sale) e fritto, si presenta come una frittella di grandi dimensioni (circa un palmo di diametro) e può essere farcito con vari ingredienti, anche se il condimento tradizionale è quello con panna acida e formaggio. Il fatto ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Voci da Compilare

Il wasabi è una pasta di colore verde estremamente piccante che si ottiene dal rizoma di una pianta, la Wasabia japonica, della famiglia delle Crucifere. coltivazione La produzione è resa difficile dal fatto che per una coltivazione ottimale del Wasabi è necessaria una temperatura mite e acqua perfettamente pulita. Quello di qualità superiore viene coltivato ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo

Lo tzatziki è la salsa più famosa della cucina greca. E’ conosciuto in tutta l’area mediterranea ed è un componente importante anche della gastronomia bulgara ed armena. Ha un impiego piuttosto ampio, essendo utilizzato in accompagnamento a pane, carni, verdure. Storia La storia dello Tzatziki risale a molti anni fa, quando in Grecia gli anziani ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Erbe Aromatiche, Voci da Compilare

Lo zenzero (Zingiber officinale Roscoe, 1807) è una pianta erbacea delle Zingiberaceae (la stessa famiglia del Cardamomo) originaria dell’Estremo Oriente. Largamente coltivata in tutta la fascia tropicale e subtropicale, è provvista di rizoma carnoso e densamente ramificato, dal quale si dipartono, sia lunghi fusti sterili e cavi, formati da foglie lanceolate inguainanti, sia corti scapi ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Dolci, In Cucina, Voci da Compilare

Il Wafer (o chiamato anche fru fru) è un biscotto, formato da due o più cialde sovrapposte e unite da uno strato di crema al cioccolato o alla vaniglia. Il nome deriva dall’ antica parola inglese “waba” che indica il nido delle api, infatti la superficie del biscotto è formato da un reticolato il quale ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Voci da Compilare

Le tortillas sono il cibo base della cucina messicana, usato per accompagnare i cibi, come una sorta di pane, ma anche in cucina, per esempio per preparare burritos, nachos, o per addensare delle zuppe, ma anche per degli snak. Come sono fatte La tortilla di mais messicana è una specie di piadina o sfogliata molto sottile ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Dolci, Frutta, Voci da Compilare

La Tarte Tatin (torta tatin) è una torta originaria della francia,di mele capovolte dove le mele vengono caramellate in burro e zucchero prima della cottura della torta. Secondo alcuni, questa ricetta sarebbe stata inventata nel centro della Francia, più specificamente nella regione di Lamotte-Beuvron, da due sorelle Stephanie e Caroline Tatin, le quali gestivano un ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo, Piatti tradizionali, Voci da Compilare

Le “tapas”,sono degli assaggini di vario genere serviti in piccole quantità di origine spagnola. Le tapas spagnole sono preparate con ingredienti legati alla produzione alimentare mediterranea. La parola “tapa” deriva dalla parola “tapar” che vuol dire coprire,infatti vi era un’usanza che era quella di coprire i bicchieri di vino nelle taverne o locande con un ..

Leggi tutto…

Da: Cucine del Mondo

Le sue origini risalgono al quarto secolo dove in varie zone del sud est asiatico era diffuso un particolare metodo di conservazione del pesce. Esso veniva eviscerato, salato e posto in mezzo a riso cotto. La fermentazione del riso provocava l’aumento dell’acidità dell’ambiente in cui si trovava il pesce che poteva così durare anche vari mesi, essere trasportato e stoccato. Al momento di consumare il pesce così conservato, il riso però veniva in questo caso eliminato. Questa tecnica di conservazione del pesce venne introdotta in Giappone dalla Cina o dalla Corea assieme alla coltivazione del riso tra il terzo e l’ottavo secolo e in alcune regioni nipponiche è ancora in uso con il nome di Narezushi o Funazushi a seconda della zona di produzione e del pesce u..

Leggi tutto…