Mirtillo nero dell’Appennino modenese

Home » Prodotti » Frutta » Mirtillo nero dell’Appennino modenese
Da: Frutta, Piatti tradizionali, Prodotti Tradizionali

Mirtillo nero Il mirtillo nero dell’appennino modenese è una precisa specie chiamata Vaccinium myrtillus L. e cresce allo stato spontaneo.
Le bacche sferiche sono nere-bluastre, la polpa è rosso bluastra e il sapore è di tipo agrodolce, caratteristico e gradevole.

Le popolazioni antiche ottenevano dalle foglie e dalle bacche del mirtillo preparazioni terapeutiche.
Il mirtillo può essere consumato sia da fresco, che trasformato in confetture, sciroppi o succhi.
Può anche essere usato come edulcorante, aromatizzante e colorante.

Mirtillo nero in Fitoterapia :

Il mirtillo nero è molto utilizzato in fitoterapia infatti è ricco di antociani che aiutano in caso di fragilità capillare a livello della retina, è utilizzato anche in caso di problemi di circolazione venosa o linfatica e con senso di pesantezza delle gambe o gonfiore. Il mirtillo secco si usa anche in caso di diarrea o cistiti.

Contiene altri antiossidanti, oltre le antocianine, che rallentano l’invecchiamento cellulare e sono le Vitamine A e C che vanno ad agire sul collagene coinvolto nella rigenerazione delle cellule della cute.

I mirtilli sono uno spuntino ottimale durante la giornata! Si possono congelare, per poi utilizzarli per impreziosire un’insalata, vanno benissimo anche per la colazione e come dessert. E sono decisamente poco calorici.

In cucina :

Ingredienti :

80 g zucchero a velo
100 g cioccolato fondente
500 g ricotta
150 g mirtilli
3 uova
150 g savoiardi
2 dl panna
3 bicchierini di grappa
scorza limone

Procedimento :

Lavare e asciugare i mirtilli; ridurre in scaglie molto fini 80 g di cioccolato.

Separare i tuorli dagli albumi. In una ciotola lavorare la ricotta per ammorbidirla e renderla cremosa. Incorporare  lo zucchero, i tuorli (uno alla volta) e infine il cioccolato. Mescolare bene.

Aggiungere 1 bicchierino di grappa, tutti i mirtilli tranne 20 e la scorza di limone grattugiata. Amalgamare il tutto.

Montare albumi e panna. Incorporare al composto prima la panna e, dopo aver mescolato bene, gli albumi mescolando delicatamente. Lasciar riposare per alcuni minuti.

Con la grappa avanzata inzuppare i savoiardi e foderare una tortiera con il bordo apribile a cerniera. Versare il composto e livellare bene.

Lasciare in freezer almeno per due ore. Togliere almeno  20 minuti prima di servire e sistemare su piatto da portata precedentemente raffreddato 20minuti in frigorifero. Decorare con i mirtilli rimasti e con riccioli di cioccolato.