Passatelli

Home » Prodotti » Pasta » Passatelli
Da: Pasta, Piatti tradizionali

passatelliI passatelli sono una delle più classiche minestre della provincia di Pesaro e Urbino, di parte della Provincia di Perugia, dell’Emilia-Romagna; sono diffusi anche nel resto delle Marche, nonché, grazie all’immigrazione interna, a Roma, dove vengono preparate specialmente nei giorni di festa.

Storia dei passatelli

Il piatto, che è citato nel ricettario dell’Artusi, discende probabilmente dalla “tardura” (conosciuta anche come “stracciatella”), minestra di uova, formaggio e pangrattato ricordata da Michele Placucci, tradizionalmente servita alle puerpere.

I passatelli originano nei paesi dell’alta Valle del Cesano (Frontone, Pergola, San Lorenzo in Campo, Fratte Rosa, Serra Sant’Abbondio e Castelleone di Suasa) ma la loro diffusione è estesa anche nelle regioni Montefeltro e della Romagna, così come nelle zone costiere della province di Pesaro e Urbino e di Rimini.

passatelliPreparazione

Ingredienti (per 4 persone)
Per l’impasto:
3 uova, 200gr. Parmigiano, 200gr. Pane grattato, la buccia di 1/2 limone grattugiata, 3 cucchiai di farina, noce moscata q.b.
Per il brodo:
In una pentola, in 4-5 litri di acqua fredda, mettere ¼ di gallina, un pezzo di manzo, un osso di bue, un pezzo di cipolla, un gambo di sedano, una carota, tre dadi, due pomodori. Far bollire per due ore. Togliere la carne e le verdure e passare il brodo con un colino in un altro recipiente un po’ largo.

Preparazione
Poni il pane grattato a fontana e riempi al centro della buca le uova; aggiungi il parmigiano, una grattata di noce moscata, la scorza del limone, un mestolino di brodo, sale e pepe dosati.
Cerca di amalgamare con le mani gli ingredienti fino a far raggiungere all’impasto una certa compattezza; intanto porta ad ebollizione il brodo. Fai riposare l’impasto almeno cinque minuti.
Passa l’impasto a tocchetti nello schiaccia patate e ricava i passatelli lasciandoli cadere direttamente nel brodo bollente. (se si ha il ferro dei passatelli usare quello) Bisogna farli cuocere fino a quando affioreranno in superficie.

Valori nutrizionali

I passatelli in brodo alla romagnola non subiscono modifiche del proprio peso con la cottura, pertanto, la traduzione in nutrienti proposta qui a fianco risulta sufficientemente precisa; l’unico aspetto da considerare è che, venendo serviti “in brodo”, una porzione di passatelli non supera MAI i 70-80g, pertanto l’energia apportata raramente oltrepassa le 200kcal. Si tratta di un primo piatto PIU’ proteico e lipidico della semplice pasta asciutta o del risotto e, contendo uova intere, offre un apporto di colesterolo piuttosto elevato.
Attenzione
! Come si potrà immaginare, il brodo di dado per i passatelli risulta quasi totalmente privo di calorie, mentre quello di carne NON SGRASSATO e raccolto in prossimità della superficie POTREBBE contenere una buona quantità di trigliceridi e colesterolo.

Calorie: 246,00 Kcal

Carboidrati:19,80 g

Proteine: 18,20 g

Grassi: 11,00 g   di cui saturi: 5,80 g di cui monoinsaturi: 3,70 g di cui polinsaturi: 1,30 g Colesterolo: 212,20 mg Fibre: 1,50 g

(www.mypersonaltrainer)