Pollo

Home » Prodotti » Carne » Pollo
Da: Carne

polloIl pollo è un uccello domestico che ha origine da varie specie selvatiche di origini indiane.

I polli domestici sono da sempre stati allevati per moltissimi scopi: carne, uova, piume, compagnia, gare di combattimento tra galli, motivazioni religiose, sportive od ornamentali.

Le definizioni di pollo :

Il maschio riproduttore è chiamato gallo, la femmina gallina; quando quest’ultima alleva i pulcini viene detta chioccia.

A seconda dell’età e del peso il pollo viene definito anche:

Pulcino : fino a 3-4 mesi ed un peso di 500 g.
Pollo di grano : fino ad 1 anno e 1 kg di peso
Pollo o pollastra : fino a maturità ed un peso di 1,5 kg circa
Galletto : il maschio giovane di circa 6 mesi
Gallo ruspante : quello al massimo di 10 mesi
Cappone : il maschio castrato all’età circa di due mesi che arriva fino a circa 2,5 kg.

Origine della parola :

Storicamente il nome pollo deriva dal latino “pullus”, cioè animale giovane; la sua presenza è documentata dal 4000 a.C. nella piana dell’Indo, da cui (attraverso la Persia) è giunto in Grecia e quindi in Europa.

Il pollo in cucina :

Pollo alle mandorle :

Ingredienti :

500 gr. di petto di pollo
130 gr. di mandorle pelate
1 cucchiaino di zenzero
1 cipolla piccola
60gr. di salsa di soia
farina q.b.
olio di oliva q.b.
sale q.b.
acqua q.b.

Procedimento :

Il pollo alle mandorle, è un classico secondo piatto di origine cinese.

La preparazione del pollo alle mandorle è piuttosto veloce e può essere un piatto esotico d’effetto da proporre agli amici per una cena dal sapore orientale

In una recente cena presso un ristorante cinese ho mangiato “gallina alle mandorle”, non fate questo errore, usate petto di pollo, la preparazione ne può solo guadagnare.

Private i petti delle le parti di grasso più evidenti con un coltellino . Tagliate il petto a bocconcini di 1-2 centimetri . In una terrina ponete la farina e aggiungete i bocconcini ottenuti, fateli rotolare fino a ricoprirli totalmente .

In una padella Wok o una padella antiaderente dai bordi alti, (un saltapasta va benissimo) fate soffriggere 3 cucchiai di olio di oliva e aggiungete la cipolla finemente tritata . Grattugiate quindi lo zenzero fresco precedentemente pelato  e lasciate dorare gli ingredienti per alcuni minuti a fuoco medio.

Aggiungete al soffritto i bocconcini di pollo, aggiungete un pizzico di sale e fate cuocere a fuoco medio per circa 15-20 minuti . Cinque minuti prima della fine della cottura del pollo, unite la salsa di soia a filo , amalgamate bene gli ingredienti, aggiungete un paio di mestoli di acqua calda  e girate con un cucchiaio di legno. Se il pollo tendesse ad attaccarsi, abbassate in fuoco e aggiungete ancora un po’ di acqua calda.

Mentre continuate la cottura del pollo in modo che si formi la classica salsina color nocciola , procedete a tostare le mandorle: stendente un foglio di carta da forno su una leccarda e distribuite le mandorle pelate su tutta la superficie . Fatele tostare in forno a 180° finché non saranno croccanti e dorate . In alternativa, potete tostare le mandorle anche in una padella antiaderente, dopo aver scaldato un cucchiaio di olio di oliva.

A questo punto, unite le mandorle tostate al pollo  e amalgamate delicatamente in modo da cospargere le mandorle in tutta la padella . Spegnete il fuoco e il vostro pollo alle mandorle sarà pronto per essere servito ben caldo .

Pollo in fricassea :

Ingredienti :

Bocconcini di pollo
una confez. cipolle borettane
una confez. funghi champignon
una lattina di birra
un barattolino di panna da cucina
un rosso d’uovo
prezzemolo fresco

Procedimento :

Questo è un must della mia cucina, tutti lo vogliono.

Si prendono due confezioni di bocconcini di pollo. Io li trovo solo alla coop. Sono la parte della coscia e sovracoscia niente petto, ali e resto.      Sono tagliati piccolini, quindi si mangiano volentieri. Se non li trovate prendete le sovracoscie, ma non è la stessa cosa.

Una bella cipolla con poco olio, i bocconcini, la birra, un dado.   Si fa cuocere mezz’ora.

Dopo si aggiungono le cipolline (io prendo quelle già pelate)  e i funghi champignon, quelli li prendo da pulire, e dopo averli puliti  li taglio in quattro. Un’altra mezzo’ora fino a che non è tutto cotto.

La birra è fondamentale, perchè dà un sapore buono al pollo. Alla fine  il   sughetto dovrebbe essere un pò ristretto.

Panna in una scodella con il rosso d’uovo e il prezzemolo. E questa salsetta sul pollo, la classica fricassea.

Ancora pochi minuti sul gas, ed è tutto fatto.