Tortelli dolci

Home » Prodotti » Dolci » Tortelli dolci
Da: Dolci, Prodotti da forno, Prodotti Tradizionali

tortelliI tortelli dolci sono dei “biscotti” di pasta frolla a forma di mezzaluna e ripieni di marmellata e/o di savòr, in alcuni casi anche di castagne secche, cotte e macinate insieme alla farcia.  Questi biscotti vengono cotti nel forno e poi consumati in questo modo. Secondo alcune tradizioni familiari, i tortelli una volta cotti vengono leggermente imbevuti nell’alchermes, per migliorarne il gusto e aumentarne la conservazione.

Nella tradizione modenese esistono anche i tortelli fritti, ripieni ugualmente di marmellata e a volte anche di uva sultanina; questi tortelli vengono poi fritti nell’olio bollente ed in seguito spolverizzati con lo zucchero.

Storia dei tortelli dolci :

Il tortello è una pasta ripiena nata sembrerebbe come piatto “d’emergenza” atto a recuperare gli avanzi della tavola. Le prime tracce del tortello risalirebbero a circa il 1100, e lo ubicano nella Padania longobarda. L’antenato della preparazione che conosciamo oggi apparve probabilmente attorno al ‘300 nei pressi di Bologna.
Questa fu un’invenzione della cultura medioevale, sintesi dell’arte della pasta e di quella delle torte.
Si trattava di fare una sfoglia sottile a modo di lasagna, con farina di grano tenero e uova; di ritagliarla in piccoli pezzi e di richiuderli ciascuno con dentro una farcia salata (carne, salumi, formaggi), o dolce (marmellate, mostarde, uvette, frutta candita, biscotti).
I tortelli si cuocevano in due modi diversi: bolliti in acqua o brodo e serviti con formaggio e spezie, o fritti e addolciti di zucchero e miele.
Regione che vai tortello che trovi: alla lastra in Romagna e Toscana, quadrato in Val d’Aosta, di zucca nel mantovano, triangolare alla cremasca, a treccia nel piacentino, gigante nelle Marche.

Ricetta:

Ingredienti

  • 600 g Farina tipo 00
  • 200 g Burro freddo
  • 200 g Zucchero semolato
  • 2 + 1 tuorlo Uova
  • 1 bustina Lievito per i dolci
  • 1/2 bicchiere Sassolino
  • q.b.Scorza di limone grattugiata
  • q.b.Confetture varie
  • q.b.Canditi, pinoli, uvetta
  • q.b.Granella di zucchero
  • q.b.Albume

Preparazione:

Impastare la farina con il burro, il lievito, lo zucchero e le uova: l’impasto pasta dovrà risultare compatto ma tenero. Porre l’impasto in frigorifero avvolto in pellicola alimentare per almeno mezz’ora. Mettere l’uvetta in ammollo nel liquore. Tirare la pasta a sfoglia e lasciarla alta circa 3 mm. Con un bicchiere disegnare dei cerchi nei quali si porrà un poco di confettura e richiudendo a mezzaluna, saldando bene i bordi. Spennellare i tortellini con albume sbattuto e cospargerli di granella di zucchero. Informarli a 180 °C. Saranno pronti quando appariranno dorati.

Variante tradizionale di modena: La particolarità di questi tortellini dolci è che possono anche essere riempiti con un trito casalingo di pinoli, canditi ed uvetta, ammollata in un poco di liquore Sassolino. Quest’ultimo è un antico e tradizionale elisir modenese dal sentore di anice ormai prodotto in un numero limitatissimo di distillerie.