Zucchero di canna

Home » Prodotti » Zucchero di canna
Da: Prodotti

Lo zucchero di canna deriva da una pianta tropicale chiamata “Cannamele”, originaria delle regioni indomalesi, ha una forma cespugliosa alta, più o meno, 4/5 metri. La pianta presenta un rizoma dal quale spuntano numerosi legnetti. Più che rami, la canna ha dei culmi, paragonabili a quelli del bambù. Il culmo presenta un diametro che va dai 3 ai 5 centimetri, può raggiungere i 10 kg di peso. Il colore varia in base alla specie: può essere giallo,viola,verde o rosso. Il culmo è di solito rivestito da foglie molto lunghe e verdi,mentre i fiori sono simili a quelli di avena e frumento.

Di solito lo zuchero si ricava dal midollo che riempie il culmo. La riproduzione della pianta avviene dalla sommità dei fusti, messe in buche distanti tra loro per facilitare la sarchiatura. È ovvio che durante la raccolta il culmo non dev’essere starppato,ma preso delicatamente dal basso, lasciando intatta, possibilmente, la radice: così il fusto è in grado di riprodursi di nuovo. La pianta raggiunge la completa maturazione dopo 12 mesi. I luoghi dove viene prodotta la canna sono, America centrale, America meridionale e in Asia. Venne introdotta in Europa dagli Arabi nel 700 d.C. in Spagna, poi con i conquistadores si diffuse in tutta Europa, e nelle Indie Occidentali.

Per la produzione dello zucchero di canna, le canne da zucchero vengono pulite e spremute. Dalla spremitura si ottiene un liquido che viene bollito e che, appena diventa più denso, viene versato in un recipiente più largo dove si raffredda. Infine si procede alla raffinazione, quindi allo zucchero di canna.