Andrea Fenoglio già a sei anni aveva le idee chiare quando disse alla mamma “io voglio fare il cuoco” :  da allora non ha mai smesso di cucinare.

Oggi è uno degli chef più famosi in terra sudtirolese: 1 stella Michelin, 17 Cappelli di Gault Millau e una gran reputazione.

Le sue specialità :

Fra le sue specialità la pizza liquida, un boccale di birra in miniatura che contiene acqua di pomodori, olio d’oliva e piccoli crostini galleggianti. Appoggiato sul bordo del bicchiere, un cubetto di mozzarella infilzato in uno stuzzicadenti. Asparagi Verdi Stufati, Uovo nell’Uovo alla Carbonara e Tartufo Nero: l’interno è perfettamente liquido e si mescola bene al sapore degli altri ingredienti.

Ancora uova in un finto tuorlo all’interno di un cucchiaione bianco in ceramica: si tratta di un peperone ripieno di bagna cauda in versione molecular (Fenoglio nasce in Piemonte e si trasferisce dopo poco a Merano). Nella variazione di antipasti il tonno di gallina, con pollo marinato per giorni in olio d’oliva e poi servito sotto forma di scatoletta di tonno, con la sua gelatina a fargli da coperchio. Il baccalà in diverse forme: trippa di baccalà e zucchine o in mousse. Il salmone con caviale e bottarga, e il Tataki di cinghiale con vinaigrette e funghi.

E ancora gnocchi di patate all’aglio orsino e spinaci, lo Strudel di mele molecolare e il gelato di ricotta di capra con limoni e fortunelle candite, il tutto sotto un filo d’olio d’oliva.

Anche il caffè è di qualità: proviene dalla torrefazione Schreyögg di Merano.