Il vegetarianismo, o vegetarismo, o vegetarianesimo indica una pratica alimentare la quale esclude qualsiasi tipo di carne di qualsiasi animale, sulla base di motivazioni etiche, religiose, igienistiche o salutistiche (infatti il termine latino vegtus vuol dire sano). Il termine deriva dalla parola vegetale, in quanto questa pratica alimentare consiste in una base di sole verdure,frutta, formaggi o legumi.

Sappiamo che questo tipo di consumo alimentare deriva dall’epoca preistorica, ma è la filosofia greca a fare una vera e propria riflessione su questo “stile di vita”.

Per quanto riguarda l’Italia, sappiamo che solo verso la metà del 700 si cominciò a diffondere questo consumo alimentare ed ebbe una diffusione tale che vennero pubblicati diversi ricettari.

Vi sono varie ragioni per il quale una persona decide di diventare vegetariano. Esistono ragioni etiche, religiose, igienistiche e salutistiche.

Dal punto di vista etico possiamo dire che l’animale,in quanto essere vivente è capace di provare sensazioni di piacere e di dolore ed ha quindi, secondo alcuni filosofi, il diritto alla libertà, alla serenità ed alla vita. In sostanta dev’essere trattato con rispetto e giustizia. Ogni vegetariano etico rifiuta il consumo di ogni tipo di carne e spesso protesta contro lo sfuttamento, la violenza e l’uccisione animale. Pertanto, in molti casi un vegetariano etico indossa solo capi in fibre vegetali e sintetiche ed evita l’acquisto di ogni capo con parti di origine animale (pelliccia, pelle, lana, seta e imbottiture in piuma), usa cosmetici e prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa non testati su animali, e in generale evita l’acquisto di altre merci con parti animali (come divani in pelle, tappeti in pelliccia, ornamenti in avorio, oggetti in osso, pennelli in pelo animale, ecc.). Oltre a queste scelte di uso quotidiano, il vegetariano etico rifiuta qualsiasi attività che implica uso di un’animale quali: caccia,pesca,spettacoli come la corrida, circo, corse con i cavalli, zoo,acquari ecc….

Il vegetariano religioso invece non mangia alcun tipo di carne per salute spirituale,mentale e corporea. Il vegetarismo spirituale ha origini molto antiche, ma viene praticato tutt’ora ed è molto diffuso. Secondo un vegetariano spirituale, il consumo di carne sia cruda che conservata (quindi cotta,affumicata,stagionata,salata o con l’aggiunta di conservanti chimici) porta a malattie croniche, per questo motivo si rifiuta di ingerire o di consumare qualsiasi tipo di carne.