La farina di lenticchie deriva dagli omonimi legumi ; è naturalmente priva di glutine.

Proprietà della farina di lenticchie :

La farina di lenticchie contiene carboidrati ma presenta un indice glicemico più basso rispetto alle comuni farine di cereali. Contiene vitamina del gruppo B, come la vitamina B1, B2 e B3. Oltre al ferro presenta sali minerali quali zinco, fosforo, calcio e potassio.

È ricca di fibre utili per il buon funzionamento dell’intestino. Le fibre facilitano il transito e la regolarità intestinale. Ecco alcuni dei principali benefici della farina di lenticchie di cui tenere conto se deciderete di acquistarla o di prepararla in casa:

1) Contiene antiossidanti utili per prevenire malattie cardiovascolari e degenerative.
2) È una fonte di ferro, essenziale per la formazione dei globuli rossi.
3) Aiuta le donne in gravidanza come fonte di acido folico e per il corretto sviluppo del feto.
4) Come fonte di fibre aiuta ad equilibrare i livelli di colesterolo nel sangue.
5) Facilita inoltre il controllo dei livelli di glucosio nel sangue.
6) È una fonte di fosforo, utile per ossa e denti.
7) Aiuta a mantenere il sistema immunitario efficiente grazie allo zinco.
8) Può essere d’aiuto per prevenire la stitichezza, grazie alle fibre.
9) Contribuisce alla prevenzione dei disturbi cardiovascolari.
10) Dona facilmente un senso di sazietà e può favorire la perdita di peso.

Ricetta : Farinata di lenticchie

Ingredienti:

250 g di farina di lenticchie (1 busta intera)
500 ml di acqua tiepida
1 c di sale fino
30 g di prezzemolo fresco
1 c di pasta di aglio
2 C di olio evo (più altro olio per la teglia)
1 manciata di olive snocciolate (io verdi)
2 C abbondanti di verdure cotte (io peperonata scongelata)

Procedimento:


Mettiamo in una ciotola capiente la farina di lenticchie, il sale, la pasta d’aglio, l’olio evo e, mescolando bene con una frusta, l’acqua tiepida e facciamo una pastella abbastanza densa. Lasciamola riposare coperta fuori frigo 1 oretta prima di procedere e, se si è addensata troppo, aggiungiamo a filo 1 altro goccino d’acqua. Scaldiamo il forno a 250° ventilato, mettiamo la carta forno sulla teglia e la ungiamo d’olio. Versiamo tutto nella teglia e la livelliamo con un cucchiao, poi in una parte mettiamo le olive sbriciolate, una parte io l’ho lasciata “neutra” e in un’altra parte mettiamo la peperonata o verdure cotte che siano. Spolveriamo tutto con prezzemolo e inforniamo per circa 20 minuti in base al forno che abbiamo a casa, magari dopo un po’ abbassiamo la temperatura. Quando i bordi sono croccantini e un po’ più scuri è cotta. Visto che stasera ero in sclero ho sformaggiato come una matta, prevedo che domani mi farò una scorpacciata.