Febbraio è un mese freddo, ma già pronto a volgere verso la primavera, è considerato sin dall’antichità il mese del “rimedio agli errori”.

Già nel calendario romano era il periodo dei rituali di purificazione pertanto anche ai giorni nostri è il mese giusto per iniziare a disintossicare l’organismo dalle tossine che si sono accumulate durante l’inverno.

Vediamo quali verdure di stagione possono aiutarci a svolgere questa azione sull’organismo.

Perché consumare le verdure di stagione?

È importante consumare le verdure di stagione per diversi motivi :

  • Innanzitutto perché sono fresche quindi, dal punto di vista nutrizionale, possiamo trarne più vantaggi in quanto saranno ricche di vitamine e sali minerali sostanze indispensabili per svolgere le reazioni nell’organismo; essendo molecole molto labili si perdono dopo poco tempo dalla raccolta per questo è bene consumare i vegetali sempre più freschi possibile;
  • Sono a “Km 0” (come va di moda dire) in quanto prodotti tipici delle nostre campagne quindi oltre ad incentivare i nostri imprenditori agricoli evitiamo inquinamento dato dall’importazione che avviene attraverso aerei, camion, navi tutti mezzi che producono anidride carbonica e utilizzano derivati del petrolio;
  • Costano meno infatti evitando le spese di conservazione e di trasporto sono acquistabili da tutti;
  • Infine si riscopre la stagionalità dei nostri prodotti agricoli che con la globalizzazione è andata via via sparendo quindi riporta la consapevolezza e la preparazione su questi alimenti che era stata persa.

 

Elenco delle verdure di stagione del mese di Febbraio :bietole

  • BIETOLA : erbette che assomigliano agli spinaci ma con una costa più spessa e “carnosa” contiene vitamine (vitamina C, vitamina K,vitamina A e vitamine del gruppo B), fibra
    alimentare, sali minerali, beta-carotene; ha un sapore delicato è consigliata sopratutto a chi soffre di anemia per la presenza di acido folico utile per favorire l’assorbimento del ferro;
  • BROCCOLO : appartiene alla famiglia delle crocifere presenta un corto fusto e delle infiorescenze verde acceso con fiori biancastri; sono ricchi in sali minerali (ferro, potassio, calcio e fosforo), vitamine ( sopratutto vitamina C, vitamina B1 e B2), fibra alimentare; per l’elevata presenza di fibra alimentare sono consigliati in soggetti che soffrono di stitichezza in quanto la fibra aumenta la peristalsi intestinale;
  • CARDO : ortaggio tipico del periodo invernale dal sapore amarognolo; il cardo è composto da un 94% di acqua e da sali minerali (potassio, ferro, rame, sodio, fosforo, calcio, manganese, zinco, magnesio) e vitamine (vitamina C e vitamine del gruppo B). Il cardo contiene la silimarina una sostanza molto importante per la protezione del fegato.
  • CAVOLFIORECavolfiori : sono ortaggi da un alto potere saziante e da un basso contenuto calorico; sono ricchi di acqua, vitamine, minerali e fibra alimentare; per l’alto contenuto di vitamine hanno un buon potere antiossidante;
  • CAVOLO CAPPUCCIO : presenta foglie lisce e rientranti può arrivare a crescere sino a 50 cm di altezza; la parte commestibile è costituita dal germoglio centrale che si presenta di colore verde o rosso a seconda della qualità. Il cavolo cappuccio è ricco in vitamina C e beta-carotene, fibra alimentare e sali minerali (sopratutto potassio e ferro)
  • CAVOLO VERZA : presenta foglie rugose con molte grinze e protrusioni è di colore verde; come per il cavolo cappuccio, il cavolo verza è ricco in vitamina C, beta-carotene, fibra alimentare e sali minerali;
  • CAVOLINI DI BRUXELLES : sono simili al cavolo ma in miniatura; sono coltivati sopratutto in Europa centro-settentrionale; contengono una buona quantità di sali minerali, tra cui fosforo e ferro, fibra alimentare, proteine e vitamine in particolare vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina A e vitamina K;
  • CICORIA : si presenta in ciuffi di foglie dentate con una costa bianca; ha un sapore amaro; è ricca di acqua, fibra alimentare, sali minerali (ferro,calcio e fosforo), vitamine (del gruppo B, vitamina C, vitamina A);
  • FINOCCHIO : ortaggio croccante dal sapore dolce e molto profumato con proprietà digestive e molto amico dell’apparato gastrointestinale grazie al contenuto di anetolo (sostanza in grado di calmare le dolorose contrazioni addominali); come tutte le verdure ha un elevato contenuto di acqua, vitamine, sali minerali e fibra alimentare;
  • INDIVIA : è un tipo di insalata che presenta un colore bianco, giallo tendente al verde all’apice delle foglie e si presenta aperta a “cespo” oppure chiusa a “germoglio”; è croccante ed ha un sapore amarognolo. In commercio si trovano diverse varietà di indivia : scarola, ricci, e belga. L’indivia ha un basso apporto calorico ma un alto contenuto di acqua, fibre alimentari, sali minerali e vitamine;verdure foglia
  • LATTUGA : pianta che appartiene alla famiglia delle Composite; esistono diverse varietà ma le più coltivate sono 5 che si differenziano per la forma della foglia : classica, brasiliana, bativa, romana, a cespo. La lattuga nel gergo comune viene chiamata “insalata” ma in realtà è un termine sbagliato perché “insalata” sta ad indicare il piatto che si prepara utilizzando la lattuga.
  • PORRO : ha un gusto dolce è ricco di sali minerali (in particolare ferro), vitamina C, fibre alimentari e proteine; rispetto la classica cipolla il porro presenta una maggiore quantità di calcio; del porro si consumano sia gli steli bianchi che le foglie verdi ad esempio in minestre infatti queste ultime presentano una maggiore quantità di vitamine rispetto la parte bianca; questa verdura si può consumare anche cruda in pinzimonio o in insalate;
  • RADICCHIO ROSSO : si trovano in commercio tre varietà : radicchio rosso, variegato (foglie verdi con striature rosse) e bianco; il potere nutrizionale è dato da vitamine,sali minerali e acqua ma anche dagli amminoacidi;
  • RAPA : di questo ortaggio si consuma la radice grossa di forma rotondeggiante oppure ovale, la buccia si presenta bianca o rosa tendente al viola, la polpa invece è di colore bianco, giallastra o rosea a seconda della rapa si può avere un sapore dolce o piccante. Gli elementi nutrizionali più rappresentativi contenuti nella rapa sono : acqua, vitamina C, acido folico, vitamina A, sali minerali e fibra alimentari;
  • SPINACI : si presentano come foglie verdi e carnose quindi al momento dell’acquisto si deve osservare che le foglie non presentino parti ingiallite, o scure : il verde deve essere uniforme e non appassite; degli spinaci dobbiamo sfatare il mito di “Braccio di Ferro” perché in realtà il ferro contenuto negli spinaci è poco assimilabile per la presenza di acido ossalico : un composto chimico che si lega al minerale formando un sale che ne impedisce l’assorbimento; ma comunque resta un buon alimento in quanto ricco in vitamine, sali minerali e fibre alimentari;
  • TOPINAMBUR : è un tubero, ha un sapore che ricorda il carciofo; ha una buccia di colore bianco-rosa e una forma non regolare nodosa e rotondeggiante; ingrossata e/o fusiforme; è indicato per arricchire la dieta in quanto ricco di fibre alimentari, antiossidanti, vitamine e sali minerali (sopratutto se consumato crudo);
  • ZUzuccheCCA : alimento gustoso e molto dolce è utilizzata in moltissime ricette in quanto si può consumare bollita o cotta a vapore per preparare vellutate o anche da mangiare come spuntino semplicemente eliminando la buccia, tagliata a cubetti e cucinata arrosto con l’aggiunta di olio e rosmarino come per le patate, si può friggere dopo averla tagliata a fette e si può utilizzare anche per preparare dolci. La zucca con il suo colore arancione è ricca in pro-vitamina A, caroteni ma ha un elevato contenuto anche di sali minerali sopratutto ferro,fosforo,magnesio e potassio e vitamina C e vitamine del gruppo B.

 

 

Le verdure che troviamo tutto l’anno :

  • AGLIO : bulbo dal colore bianco o roseo ricco di componenti solforati che danno il tipo odore; molto utilizzato in cucina per conferire sapore ai piatti;
  • CARCIOFI : pianta coltivata sopratutto per uso alimentare; le varietà si distinguono per la presenza o meno delle spine e dal colore che può essere verde tendente al grigio o al violetto; ha proprietà depurative;
  • CAROTA : è una pianta che deve il suo colore alla presenza dei carotenoidi i precursori della vitamina A molto utile all’organismo sopratutto per la vista e per la pelle;
  • CIPOLLA: è un ortaggio molto coltivato negli orti per il suo uso sproporzionato in cucina in quanto si accosta bene sia per le preparazioni salate che dolci e per l’alto contenuto di sali minerali, vitamine;
  • PATATA: è un tubero ricco di amido pertanto può essere considerato un valido sostituto di pasta e riso; ci sono differenti varietà in commercio infatti possiamo trovare patate a pasta bianca o gialla e patate con la buccia rossa, gialla e addirittura viola;
  • SCALOGNO : assomiglia alla cipolla ma ha un sapore più “dolce” e il bulbo è molto più piccolo e allungato; comunque si utilizza in cucina come la cipolla;
  • SEDANO : si trova in commercio il sedano da coste (che si presenta con delle coste allungate) e il sedano rapa (presenta la radice ingrossata ed è la parte commestibile); sono ortaggi ricchi in acqua per questo hanno proprietà diuretiche;