Le ostriche sono molluschi bivalvi dalla conchiglia tondeggiante ricoperta di lamelle squamose ondulate.

Le due valve sono disuguali e quella inferiore, alla quale è ancorato l’animale, è più grande ed incavata della superiore.

Le ostriche sono un alimento raffinato, adatto a cene eleganti e occasioni speciali.

Cosa c’è da sapere sulle ostriche :

  1. al momento dell’acquisto controllare che siano ancora vive, che le valve siano chiuse e che, una volta aperte, l’animale sia immerso nel suo liquido; le ostriche fresche profumano di mare e devono riportare la provenienza e la data di raccolta.
  2. se non vengono consumate subito, lasciatele chiuse nel loro guscio e teneteli in frigorifero. Le ostriche possono resistere fino a una settimana ma attenzione: le valve devono essere integre e ben chiuse.
  3. per aprire questi molluschi mettete la mano sinistra sopra l’ostrica e con la destra impugnate un coltello a punta, abbastanza corto. Trovate il punto di rottura sul lato della conchiglia e spingete il coltello all’interno per poi portare la lama verso di voi, aprendo così la valva superiore. Fate attenzione a non far rimanere pezzi di guscio all’interno dell’ostrica e a non farvi male.
  4. le ostriche devono essere mangiate crude, al naturale, con il loro liquido e senza essere masticate. In Italia si preferisce aggiungere del limone e un pizzico di pepe (niente sale), mentre in Francia possono essere servite con dello scalogno marinato nell’aceto di vino bianco, pane, burro e, naturalmente, champagne. Se volete provare le ostriche cotte, gratinatele per un minuto in forno.

Ricetta con le ostriche :

Ingredienti :

Limoni a persona 3 spicchi

Pepe bianco q.b.

Ostriche 12

Preparazione :

  • Per realizzare le ostriche limone e pepe assicuratevi che le valve delle ostriche siano chiuse, poi aprite le ostriche, questa è un’operazione molto delicata, munitevi dell’apposito coltellino con la punta sottile, la protezione sul manico per proteggere le dita e una salda impugnatura.
  • Con una mano tenete ben salda l’ostrica e con l’altra impugnate il coltellino e cercate l’apertura ( volendo potete richiedere in pescheria le ostriche già forate per un’apertura facilitata) inserite la lama e recidete il muscolo che si trova nella parte centrale, dopo che l’avrete reciso sarà più facile seguire la circonferenza aprendo l’ostrica per intero.
  • Divaricate il guscio a metà, facendo attenzione a non rovesciare l’acqua delle ostriche. Più un’ostrica è viva e fresca, più è difficile da aprire, Se non siete esperti, proteggete la mano che andrà a tenere l’ostrica con un canovaccio, per evitare accidentali ferite.
  • Sminuzzate il ghiaccio nel tritaghiaccio e distribuitelo su un piatto di portata,adagiate sopra le ostriche con gli spicchi di limone e servitele, ciascun commensale condirà al momento con succo id limone e pepe a piacere.