piciI pici sono una pasta ruvida e porosa, tipo di grossi spaghetti, tipici della Toscana. Vengono stesi rigorosamente a mano, uno per uno, sulla spianatoia di legno.

L’accompagnamento ideale è il sugo ai funghi oppure il ragù di carne (cinghiale, “nana” ovvero anatra, ecc…). Altro condimento tradizionale è quello all’aglione, un sugo piccante a base di olio d’oliva, aglio, peperoncino, conserva e pochissimo pomodoro.

In Umbria esiste una pasta simile chiamata “umbrichelli”

Storia dei pici

piciPrivi di uova, erano la pasta povera di tutti i giorni nelle campagne toscane; mentre la sfoglia con le uova era la pasta “ricca” destinata ai pasti domenicali. Certamente molto antichi, secondo alcuni addirittura di origine etrusca, per prepararli bastava avere a disposizione farina, acqua e sale, ingredienti alla portata di tutti.

Usi in cucina

Ricetta

Ingredienti

  400g di farina 00
  acqua
  1 pizzico di sale

Preparate la pasta fresca con la farina, un pizzico di sale e dell’acqua tiepida. Aggiungete l’acqua piano piano fino ad ottenere una palla di impasto sodo e omogeneo. Lasciate riposare in frigorifero. Prendete l’impasto per i pici, staccatene una pallina e sfregate l’impasto su una spianatoia con il palmo delle mani in modo da formare uno spaghettone lungo di circa 8 mm di diametro. Infarinate delicatamente con della semola in modo che non si attacchino tra di loro. Lasciateli asciugare un paio d’ore coperti da una telo pulito.

Valori nutrizionali

Valori Nutrizionali (Valori medi per 100g di prodotto) Kcal: 265 KJ: 1015 Proteine 7,3g Grassi 1,2 Carboidrati 52,4