Il sake : bevanda alcolica o sakè è una bevanda alcolica tipicamente giapponese ottenuta da un processo di fermentazione che coinvolge riso, acqua e spore koji. Per questo motivo viene anche chiamato “vino di riso”. Non è classificabile tra i distillati né tantomeno tra i fermentati oppure ancora tra i liquori, e costituisce una categoria a parte.

Il vino di riso conosciuto in Occidente come “sake” è di un tipo particolare chiamato nihonshu (日本酒 “alcol giapponese”?) in giapponese. In Giappone, la parola sake significa semplicemente bevanda alcolica, e a seconda della regione può assumere vari significati specifici. Nel Kyushu meridionale, sake si riferisce di solito a una bevanda distillata, lo shochu di patate (芋焼酎 imojōchū?). Lo shochu è un distillato fatto con la canna da zucchero. Dall’altra parte, sake è un termine che può essere usato anche per un’altra bevanda distillata di Okinawa, l’awamori (泡盛?), letteralmente “cupola trasparente”, o kusu, “vecchia bevanda”. Queste altre forme di sake sono distillate a partire da un riso a chicco lungo e da kurokoji (黒麹 kurokōji?), “koji nero”.