Il salmone affumicato deriva da un metodo di conservazione del salmone, soprattutto della specie Salmo salar.

Ricetta con il salmone affumicato :

Ingredienti

200 grammi di salmone affumicato tagliato a fette (meglio se selvatico)
mezza cipolla dorata
aceto balsamico tradizionale q.b.
olio extra vergine d’oliva q.b

Procedimento

Il risultato finale di questa semplicissima ricetta, data la semplicità, dipende dalla qualità degli ingredienti e dall’amalgama fra di loro. Ottima come antipasto, ma mia mamma lo propone anche come secondo piatto.

Tritare la mezza cipolla molto fine.

Prendere un piatto da portata ed ungerlo con l’olio. Macchiarlo con alcune gocce di aceto balsamico ed emulsionare.

Aggiungere un po’ di cipolla tritata.

Ricoprire con uno strato di fette di salmone affumicato.

Ripetere il procedimento, versando olio, aceto e cipolla fino all’ultimo strato di salmone affumicato. Di solito si fanno due o tre strati, ma dipende dalle dimensioni del piatto da portata.

Il tutto deve essere ben intriso e ricoperto di olio e aceto.

Coprire con pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero almeno alcune ore, meglio se un giorno intero. Io di solito uso un piatto di vetro che ha il coperchio ermetico di plastica.

Non si aggiunge sale, perché il salmone affumicato è già sufficientemente salato.

Può rimanere in frigo per alcuni giorni. In questo modo gli aromi si fondono alla perfezione. Praticissimo perchè lo si prepara in un attimo ed è sempre pronto anche se non lo si mangia il primo giorno o se ne avanza.