Ricetta sarde in saor

Ingredienti

500 gr. di sarde freschissime
700 gr. di cipolle bianche
q.b. di farina 00
q.b. di olio semi di arachide
q.b. di olio e.v.o.
sale
pepe
1 cucchiaio di zucchero
mezzo bicchiere di aceto
2 cucchiai di uvetta sultanina
1 cucchiaio di pinoli

Procedimento

Pulire le sarde togliendo testa, intestino e lisca, ma lasciando attaccata la codina; sciacquarle bene. (Si possono acquistare anche già pulite.)

Infarinarle accuratamente e friggerle in abbondante olio di arachide ben caldo; metterle ad asciugare su carta da cucina e salarle.

Affettare sottilmente le cipolle e metterle a cuocere in olio e.v.o. facendola andare molto lentamente finché sono appassite. Salare, pepare, aggiungere lo zucchero poi l’aceto (di mele anziché bianco, perché per me ha un gusto più morbido) e far evaporare. A fine cottura, unire l’uvetta precedentemente ammollata in acqua e i pinoli.

Aggiustare eventualmente di sale e pepe e versare le cipolle, ancora calde, sulle sarde allineate in una teglia da portata.

Nella foto ci sono le mie.

Questa è una ricetta, non originale mia; di questo piatto tradizionale ci sono tante piccole varianti, magari questa è l’occasione di ricevere qualche suggerimento!