Lo scorfano appartiene al genere Scorpaena della famiglia degli Scorpaenidae.

Sono caratterizzati dal muso ricoperto di grosse squame e spine e lunghi 20-50 cm ; è dotato di spine velenose sul dorso che agiscono anche dopo l’uccisione dell’animale, ma la tossina è termolabile e sparisce con la cottura.

È diffuso nell’Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche al Marocco, nelle Canarie, nelle Azzorre e nel Mar Mediterraneo. Vive sui fondali duri, rocciosi o corallini, tra i 20 e i 200 m di profondità

Ricetta con lo scorfano :

Ingredienti

Filetti di scorfano (anche surgelati)

Farina, burro, olio – ‘a och’

2 arance

Procedimento

Infarinare le fettine di scorfano (scongelarlo prima).
Prendere le arance e sbucciarle.
Ridurre la buccia a strisciline strette e larghe.
Spremere la polpa delle arance.
Scottare in acqua bollente le striscioline.
In una padella scaldare tre cucchiai di olio con una noce di burro.
Cuocere lo scorfano infarinato prima da un lato e poi dall’altro, rigirarlo sul primo lato e versare il succo delle arance.
Dopo 2 minuti buttare le striscioline di buccia a coprire le fettine di pesce.
Dopo 1 minuto girare lo scorfano e cuocere ancora 2 minuti, poi spiattare e servire