La pasta alla carbonara è un piatto romano,preparato con ingredienti popolari e dal gusto intenso. Gli spaghetti sono il tipo di pasta utilizzato maggiormente per questo condimento,anche se si possono utilizzare ben altri tipi di pasta come le linguine,le penne e/o i rigatoni.

Tutt’oggi non si conosce bene l’origine del piatto poichè esistono moleplici ipotesi su di esso. La più “credibile” è quella laziale.

Storia degli spaghetti alla carbonara :

Secondo alcuni, il nome deriverebbe da un ‘carbonaro’ (cioè uno spazzacamini) il quale aveva aperto un’osteria a Roma e propose un piatto (simile alla carbonara di oggi) chiamato Carbonara, in onore del suo lavoro di spazzacamini.
Secondo altri il piatto nasce dopo la seconda guerra mondiale, quando degli Americani giunsero in Italia con un’ampia disponibilità di bacon e uova, che stimolò l’unione di questi due prodotti con la pasta.
Nonostante le origini di essa siano incerte, si sa per certo che ora la Carbonara non è consumata solo a Roma o solo nel Lazio, ma anche in tutta Italia e non solo, ma in tutto il mondo.
Gli ingredienti sono pochi ed è una ricetta facile da fare:
Serve, innanzi tutto la pasta, che come abbiamo detto può essere sia pasta lunga che corta, il guanciale di maiale (o anche la pancetta), le uova, pecorino (o parmiggiano), olio extra vergine d’oliva, sale e pepe. Si fa cuocere per prima cosa la pasta, visto che ha la durata di cottura più lunga. Nel frattempo si soffrigge il guanciale tagliato a pezzettini, una volta che la pasta è pronta si scola e la si butta nella pentola dove si ha fatto soffriggere il guanciale. Ora (a fuoco spento) bisogna aggiungere le uova e mescolare il tutto finchè non si raggiunge una costistenza cremosa, per finire aggiungerci sale,pepe e il pecorino.