La tigelliera è indispensabile per cuocere le crescentine (o tigelle); può essere elettrica, a gas o si può usare il metodo tradizionale:

  • quella elettrica è formata da due piastre di materiale refrattario che scaldandosi tramite corrente elettrica cuociono la pasta posta al loro interno;
  • la tigelliera a gas è uno stampo in alluminio che può contenere dalle 4 alle 7 crescentine da apporre direttamente sulla fiamma come una padella;
  • il metodo tradizionale : si impila la pasta delle tigelle in alternanza con dischi solitamente di terracotta (chiamati propriamente tigelle) già arroventati nel camino. Questi sono rotelle di circa 15 cm di diametro ed 1,5 cm di spessore. Con buona maestria l’addetto alla preparazione sposta periodicamente gli elementi della pila per rendere uniforme e verificare l’avanzamento della cottura.