Le tisane sono delle qualsiasi preparazioni liquide, appartenenti alla categoria degli idroliti, realizzate dall’infusione o dalla decozione di erbe o spezie in acqua calda, e solitamente non contengono caffeina. Ciascun componente della tisana offre un principio di azione che mira ad ottenere un beneficio sull’organismo che la assume.

A seconda del metodo estrattivo a cui si ricorre è possibile nominare tre tipi di tisane:     Bustine di diverse preparazioni di tisane

  • infuso
  • decotto
  • macerato

Nella preparazione di una tisana le erbe (fresche o secche) devono essere opportunamente sminuzzate (forma taglio tisana). Il grado di sminuzzamento è importante, in quanto può influire sull’estrazione dei principi attivi.

 

 

Una tisana composta da più erbe presenta i seguenti elementi:

  • il remedium cardinale: una o più spezie con principi specifici per la terapia in questione
  • l’adiuvans: una o più spezie capaci di sinergizzare con il rimedio di base
  • il costituens: una o più spezie in grado di conferire un aspetto piacevole
  • il corrigens: una o più spezie in grado di migliorare le caratteristiche organolettiche della tisana.

Proprietà

È importante assumere le tisane giornalmente e con regolarità, dato che:

1) favoriscono la reidratazione indispensabile per la circolazione sanguigna e per una efficace depurazione renale, essendo costituite dal 98% di acqua

2) sono ricche di vitamine (gruppo B, C, folati) e sali minerali (soprattutto potassio, magnesio e oligoelementi) con le note funzioni protettive e regolatrici

3) contengono dei veri e propri medicinali, quali ad esempio le essenze antisettiche, balsamiche, aromatizzanti, molto preziose per la difesa immunitaria, per la diuresi, per l´attività digestiva e        epatoprotettice

Alcuni esempi di ricette :

TISANA RILASSANTE : 30 g di fiori di camomilla e 30 g di fiori di lavanda lasciate in infusione in circa un litro d’acqua calda la sera prima di coricarsi aiutano a calmare i nervi e a favorire il sonno.

TISANA ENERGIZZANTE : 300 g di foglie di menta in un litro d’acqua lasciate in infusione in acqua calda è consigliato berla nell’arco della giornata non nelle ore serali perchè essendo energizzante potrebbe disturbare il sonno ai soggetti più sensibili.

TISANA DRENANTE 1 : MACERATO DI EQUISETO: lasciare macerare per almeno 12 ore un cucchiaio abbondante di equiseto in un litro scarso di acqua fredda; filtrare e consumare a temperatura ambiente.

TISANA DRENANTE 2 : DECOTTO DI EQUISETO : mettere un cucchiaio scarso di equiseto in un litro scarso di acqua fredda; portare ad ebollizione e continuare la cottura a fuoco asso per circa 15 minuti; filtrare e bere.