KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERALa Vaniglia o vainiglia (Vanilla planifolia Jacks. ex Andrews, 1808) è un’orchidea originaria del Messico.I suoi frutti, comunemente chiamati baccelli, producono la spezia nota come vaniglia.
Etimologicamente, il nome della spezia deriva dello spagnolo vainilla che deriva a sua volta dal latino vagina, che significa guaina, baccello.
Nella maggior parte delle lingue si identifica per dei nomi foneticamente molto simili: vaniglia in italiano vanilla in inglese, wanilia in polacco, vanilj in svedese, vanille in francese.

La pianta : 
I baccelli della pianta possono raggiungere i 30 cm di lunghezza e, una  volta colti, vengono fatti fermentare ed essiccare.
Esistono diverse varietà di questa spezia, tra queste la pregiata vaniglia Bourbon, dell’isola Réunion e del Madagascar, e la vaniglia Tahiti, dai baccelli molto scuri e carnosi e dall’aroma fruttato e dolce.

Usi in cucina della vaniglia :

estratto-vaniglia-La-cucina-di-ASI-300x200Avendo un sapore molto dolce e aromatico, fresco ed esotico, più intenso nella varietà Bourbon e piuttosto delicato nella tahitiana, l’utilizzo in cucina della vaniglia risale alla notte dei tempi, quando gli Aztechi la univano al cacao per ottenere una bevanda dolce, antenata del nostro cioccolato aromatizzato alla vaniglia.
Secondo una leggenda l’imperatore azteco Montezuma offrì a Hernando Cortés del cioccolato profumato alla vaniglia che il conquistare spagnolo riportò in patria facendone scoprire il sapore a tutto il Vecchio Continente.
Questa spezia è utilizzata principalmente nelle preparazioni dolciarie, per aromatizzare zucchero, Mousse-alla-vaniglia-con-biscotti-890x570cioccolato, latte e liquori e la crema di vaniglia è uno degli ingredienti principali di molte torte e dolci.
La vanillina copre il sapore di lievito e profuma torte e biscotti rendendoli ancora più allettanti.
In alcune cucine, come quella orientale o africana la vaniglia è un aroma utilizzato anche per preparare pietanze salate.
I baccelli della pianta contengono al loro interno dei semini che si possono utilizzare spargendoli direttamente nelle preparazioni, mentre il baccello può essere posto in un barattolo di zucchero che verrà caratterizzato dal profumo della vaniglia, ottimo per dolcificare il caffè.
In Francia e nei paesi anglosassoni la Coca-Cola ha commercializzato una bevanda al gusto di vaniglia: la Coca-Cola Vaniglia.

Storia :

Considerata da molti la più deliziosa tra tutte le spezie.
Viene ricavata attraverso un processo di fermentazione e lavorazione dal baccello nero di un’orchidea, la “vanilla planifolia”, originaria del Messico e oggi coltivata in molte regioni tropicali.
Gli Aztechi usavano le stecche di vaniglia per aromatizzare il loro “cibo degli dei”, il cioccolato, ed in seguito alla scoperta delle Americhe gli Spagnoli introdussero l’aroma di questa orchidacea in Europa.
A questa spezia vennero presto attribuite virtù afrodisiache, sia per le origini esotiche che esponendo altre tesi. Alcuni seguaci della teoria della “segnatura”, identificarono l’efficacia afrodisiaca della pianta nell’assimilarne la forma dei bulbi ai testicoli maschili; altri invece misero in relazione il termine spagnolo “vainilla”, dal significato di “fodero”, con l’organo sessuale femminile.
Questa pianta si affermò come nutrimento eccitante soprattutto nel ‘700, quando con la cioccolata divenne di gran moda.
Nel secolo successivo, gli studiosi ne identificarono le proprietà stimolanti ed antisettiche che agivano su stomaco e organismo.
Proprio in quel periodo il farmacologo francese Barbier gli dedicò un’apologia appassionata dove affermava:
“… è un potente afrodisiaco perché fa partecipare il sistema genitale all’eccitazione generale…”
Ancora all’inizio del Novecento, i medici consigliavano l’essenza per superare la frigidità sessuale, e una ricerca condotta sugli operai che lavoravano la vaniglia avrebbe dimostrato come tra gli effetti collaterali della malattia professionale del “vanillismo” ci fosse anche l’incessante eccitazione sessuale, coronata da numerosa prole.
Secondo studi più recenti agirebbe anche da antidepressivo per la presenza di molecole molto affini ai feromoni umani.
Oggi gli chef più ispirati non esitano ad utilizzare la spezia nei modi più diversi, non solo per aromatizzare cacao, torte, creme e liquori.

Proprietà e benefici

vaniglia-proprieta-e-benefici_6fbb871603d9f2f1af77daac3ebdcb64La vaniglia è un antisettico naturale ma anche un prezioso calmante, risulta infatti molto utile per combattere lo stress e sconfiggere l’insonnia. Un buon latte caldo aromatizzato con la spezia è infatti un ottimo rimedio per chi ha difficoltà a prendere sonno.
Il particolare aroma della vaniglia è dato dalla presenza della vanillina, un polifenolo con proprietà antiossidanti che contribuisce a mantenere giovane l’organismo contrastando l’azione dei radicali liberi.

Valori nutrizionali

100 g di prodotto contengono 288 kcal, e:

Proteine 0,06 g
Carboidrati 12,65 g
Zuccheri 12,65 g
Grassi 0,06 g
Fibra alimentare 0 g