Il Vitello Tonnato,conosciuto anche come “Vitel Tonné”, è una ricetta che ha origini Piemontesi (a partire più o meno dal XVIII secolo) anche se l’ origine del piatto è rivendicata dalla cucina lombarda, veneta ed emiliana; è considerato un antipasto freddo, gustoso, facile e veloce da preparare : un classico della cucina italiana composto da carne, verdura e dalla famosa salsa tonnata.

Storia del Vitello Tonnato

All’inizio, del tonno, nella ricetta non vi era nemmeno traccia: “Tonné” derivava dalla parola  francese “tanné”, che significava “conciato”. “Tonné” era forse un modo per dare importanza e nobiltà ad un piatto invece popolare, preparato con gli avanzi della carne di vitello, lessata  per dare morbidezza alla carne. Il tonno, nella ricetta, compare nel 1891 da Pellegrino Artusi, non a caso il grande chef scrisse la ricetta dicendo: “vitella di latte,nella coscia o nel culaccio e poi condita con le acciughe e poi bollita,con due chiodi di garofano, una foglia d’alloro, sedano, carota e prezzemolo”. Poi aggiunse anche la ricetta per la salsa :” salsa a base di acciughe,tonno,limone, olio e capperi”. Da quel momento la ricetta ebbe un successo straordinario che non ebbe nessuna modifica.

Preparazione del piatto

Questo piatto è formato da due parti importanti :

1) Il vitello, di solito si usa il fassone che viene marinato nel vino bianco secco e aromi, tra i quali:carota,sedano,cipolla e alloro, per almeno mezza giornata. Poi viene fatto bollire in acqua con tutta la marinatura. Il vitello viene tagliato a fettine sottili,le quali vengono poste in un piatto e poi la pietanza viene servinta fredda con la salsa.

2) La Salsa Tonnata è forse la parte più golosa del piatto. Viene preparata frullando il tuorlo delle uova sode con capperi, acciughe sotto sale,olio d’oliva,vino bianco,succo di limone,sale e pepe. Il tonno viene aggiunto alla fine e frullato insieme al composto.