Storia di Vittorio Novani

Ricordo la mia infanzia tra odori di pini marittimi, l’aria frizzante del mare al mattino, il calore acceso dei tramonti in braccio a mia madre.
Mi sembra di sentire la voce di mia nonna, di ritorno dal mercato, una cesta di vimini tra le braccia, straripante di intensi, piacevoli profumi salmastri. E’ una foto impressa nella mia memoria che mi riporta dritto alle mie origini.
Un passato fatto di sensazioni forti, di amore e di sofferenze. Fatto di certezze e di paure, di rinunce e di passioni. Ecco proprio lì, in quella istantanea di vita infantile so che è nata la mia passione per la cucina. Parecchi anni più tardi, terminati gli studi, mi iscrissi all’Università di Economia. La vita procedeva con i soliti alti e bassi, tipici di quell’età. Io avevo bisogno d’altro, sentivo troppo forte il richiamo a quella mia passione primitiva e al mondo della ristorazione.
Così pur provocando un “piccolo” risentimento nei miei genitori ho lasciato l’università nel 1991, intraprendendo un percorso alquanto tortuoso che ha avuto il suo incipit con l’approdo nel Gruppo Cremonini.
La mia esperienza parte dunque dal mondo dei fast food con il brand Italy & Italy prima e Burghy poi.

1993

Dopo due anni di apprendimento e perfezionamento in tutte le postazioni di lavoro, nel 1993 intraprendo la mia prima “carriera” come Responsabile nella formazione del personale e lavoro in diverse città italiane supportando le aperture di nuovi punti vendita a marchio Burghy, nello specifico a Bologna, Ravenna (Mirabilandia) , Roma, Milano, Venezia.

1996

In seguito all’acquisizione del marchio Burghy da parte di McDonald’s , nel 1996 inizio la mia collaborazione con la nuova azienda sempre nel ruolo di Formatore del personale e seguo le start up dei locali nelle città di: Roma, Milano, Bologna, Livorno, Ferrara, Perugia, Firenze e Modena.

1998-2000

Nel 1998, nasce una nuova collaborazione con il gruppo dirigenziale fondatore della catena “Tipico pazzi per la pizza” specializzata in Pizza Delivery. Mi occupo anche questa volta della formazione del personale nella fase di start up e successivamente gestisco in franchising i 2 punti vendita di Modena.

2003

Autore del progetto “Hostaria del Mare”, partecipo insieme ad un caro amico, Giuseppe, al bando comunale per la riqualificazione dello storico quartiere modenese “Pomposa”. Alla fine del 2004 apre il ristorante “Hostaria del Mare”, con una cucina esclusivamente marinara che utilizza materie prime di assoluta qualità. Molte sono le soddisfazioni che ci vengono riconosciute nel corso degli anni, non ultima l’assegnazione della prestigiosa stella Michelin a fine 2009 e successivamente di 1 cappello sulla Guida L’Espresso. Il 31 dicembre 2013 l’Hostaria del Mare chiude per motivi personali, con l’accordo di entrambi i soci .

2013 – 2015

Durante questi anni collaboro con The Cooking Loft di Albinea (RE), dove vengono organizzati eventi a culinari e dove tengo diversi corsi di cucina; partecipo, in qualità di supervisore, ad iniziative aziendali di Team Cooking in collaborazione con Accademia Ligabue di Reggio Emilia; organizzo eventi culinari e Show cooking in  alcuni locali e gestisco la mia attività di Consulente di cucina e di Chef a domicilio.

2015

Dall’unione tra le competenze e le esperienze acquisite negli anni e l’amicizia con il ristoratore Modenese Christian Cavalieri, nasce il mio nuovo Progetto “IODIO PURO”, un concetto smart di ristorazione, che lega dinamicità, evoluzione ed efficienza ad un’attenzione senza compromessi per la qualità e per le nuove sperimentazioni di stile e cromia. Un’idea di cucina che predilige il gusto per il sano, il buono e il bello, con una spina dorsale mediterranea, che si arricchisce di influenze internazionali, spaziando da un continente all’altro. Si può definire una cucina dinamica, che parte da un presupposto di movimento continuo in tutti gli aspetti del lavoro.